top aree 2

NAUFRAGI E INCIDENTI MARITTIMI - CASISTICA

Gli avvocati dello studio sono attualmente impegnati nell’assistenza delle vittime di due gravi tragedie del mare: il naufragio della «Costa Concordia» e l’affondamento dell’«Al Salam Boccaccio ‘98».

 

  • Il naufragio della «Costa concordia» (13 gennaio 2012)

    Il naufragio della «Costa Concordia», di proprietà della compagnia di navigazione genovese Costa Crociere, parte del gruppo anglo-americano Carnival Corporation & plc., è avvenuto venerdì 13 gennaio 2012. La nave, era salpata dal porto di Civitavecchia per un viaggio nel Mediterraneo con a bordo 4.229 persone (3.216 passeggeri e 1.013 membri dell'equipaggio). Nelle acque dell’Isola del Giglio, tuttavia, la nave urtò uno scoglio e l’impatto causò l’apertura di una falla di circa 70 metri sul lato sinistro.

    Lo studio assiste per l’accertamento delle responsabilità ed il risarcimento dei danni alcuni famigliari delle vittime ed alcuni membri dell’equipaggio, nonché vari studi legali stranieri a loro volta impegnati nell’assistenza di danneggiati dalla tragedia.

    L’Avv. Marco Bona, quale patrocinatore di persone offese dal naufragio, segue altresì il procedimento penale pendente avanti il Tribunale di Grosseto.

    L’Avv. Umberto Oliva collabora al caso per le specifiche questioni lavoristiche relative all’asistenza dei membri dell’equipaggio.

     

     

  • L'affondamento del traghetto, ex Tirrenia, «Al Salam Boccaccio '98» (2 febbraio 2006)

    Molti italiani ricorderanno nei loro viaggi verso e dalla Sardegna i traghetti “poeti” della Tirrenia: Boccaccio, Carducci, Pascoli, Manzoni e Petrarca, nel 1999 venduti ad un armatore straniero.

    Il 2 febbraio 2006 il traghetto «Al Salam Boccaccio ‘98» (in precedenza il Boccaccio), mentre navigava nel Mar Rosso tra l’Arabia Saudita e l’Egitto con a bordo oltre 1400 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio, affondò in seguito ad un incendio, causando oltre 1000 vittime tra morti e dispersi. Il naufragio dell’«Al Salam Boccaccio ‘98» è considerato uno dei più gravi disastri marittimi della storia della marina civile. Vennero recuperati soltanto 388 naufraghi.

    L’Avv. Marco Bona - unitamente ad un team internazionale di avvocati esperti nel settore - è tra i legali che assiste nei processi pendenti in Italia ed in Egitto oltre 150 famiglie delle vittime della gravissima tragedia marittima. Attualmente è impegnato insieme a tali colleghi nella controversia instaurata avanti il Tribunale di Genova per il risarcimento dei danni. La causa pende contro la società italiana che aveva classificato certificato la sicurezza della nave, la stessa che ha seguito la «Costa concordia».

     

 

Il team

Avv. Marco Bona

Avv. Cristiana Actis Dato

Avv. Umberto Oliva

Avv. Giulia Oberto

Avv. Bianca Brosio